PRATICA YOGA IN AUTUNNO

Inviato da Tiziana il Ven, 10/22/2021 - 11:49

La Pratica Yoga in autunno
Cosa offre lo yoga in autunno per mettersi in sintonia con il cambiamento che c'è in atto nella natura?
Lo Yoga è conosciuto dai più come un mezzo che produce uno stato di armonia ma cosa significa?
Come fare per ottenere questo effetto tramite una pratica di yoga giusta da eseguire sul tappetino
ma anche nel bosco?

Sdraiati sul tappetino di yoga o siediti comodo sulla sedia, chiudi gli occhi, osserva il tuo respiro.

Immagina di entrare in un bosco... percepisci la natura che ti avvolge... visualizza con gli occhi della mente: alberi, rami, foglie dai colori caldi; attiva idealmente il senso dell'olfatto: profumo di terra, di funghi, degli ultimi ciclamini; non dare nulla per scontato, anche il senso dell'udito richiama idealmente alcuni suoni che avrai sentito qualche volta nel bosco: il vento che muove le foglie, il canto di un uccellino, il fruscio di una lucertola, lo squittire di uno scoiattolo, il tonfo sordo di un riccio pieno di castagne...

Resta... con tutte le tue sensazioni interne con le emozioni che in questa visualizzazione si attivano...e prosegui nella visualizzazione...
Il bosco è soffice, ti invita a rallentare a guardare dentro e a riflettere...a incontrare il tuo respiro, l’ascolto del suo ritmo che continuamente si modifica aiuta lo scambio con l'esterno.

La pratica Yoga in autunno richiede una particolare attenzione al respiro.
Il respiro è l’elemento chiave, il “maestro” che ci accompagna nelle fasi di trasformazione, nelle stagioni di passaggio dove ci viene richiesto più coinvolgimento, più partecipazione, più disponibilità.
Segui il tuo respiro ed esegui semplici movimenti con le braccia, portati in posizioni yoga che facilitano questo ascolto sottile, che tonificano la schiena, il dorso e aprono delicatamente il torace.
Con altre posizioni yoga potrai assecondare l'espirazione che è legata al portare fuori e al lasciare andare.

Mettersi in sintonia con questo mutamento è una pratica utile, tagliare i rami che non servono più, lasciare che le foglie cadano... forse c'è un po' di malinconia, tranquillamente la osserviamo per poi lasciarla andare...
 

Pratica yoga per quando entri fisicamente nel bosco: è una pratica fatta di osservazione e di percezione diretta:
i sensi sono aperti e ricettivi, nella natura in autunno tutto invita alla riflessione e al rallentamento, è un processo faticoso, un po’ velato di tristezza.
Le foglie cadono dagli alberi, l’aspetto che assume ora la foglia, che prima era viva, lo avvertiamo come una perdita mentre è semplicemente un fare spazio a una cadenza diversa … il distacco, la perdita, il muoversi verso l’interno caratterizzano la fase autunnale.

Rallenta il tuo passo... appoggia consapevolmente un piede dopo l'altro a terra... sintonizzati con il tuo respiro cogli questo aspetto vitale di scambio: le foglie a terra, sotto i tuoi piedi, ti comunicano vicinanza...

Se hai voglia di una pratica yoga adatta a te, che ti sostenga in questo periodo dell'anno o in una situazione che stai vivendo contattami.