YOGA UN VALIDO AIUTO AL SISTEMA IMMUNITARIO

Inviato da Tiziana il Mar, 11/24/2020 - 12:25

La pratica Yoga sostiene le difese immunitarie

 

La prevenzione attraverso la cura di sé

 

Sono d'accordo con chi sostiene che lo yoga offre un valido aiuto alla nostra salute in generale e che rinforza il sistema immunitario e le difese

https://www.riza.it/benessere/sos-salute/4661/yoga-e-salute-nuove-conferme-dalla-scienza

 

La pratica dello yoga rappresenta un valido aiuto nel ripulire il corpo da tutti gli eccessi e i depositi di tossine che non permettono il mantenimento di un buono stato di salute, che siano esse mentali o fisiche
Insegna a prendersi cura del corpo e della propria mente. Attraverso gli āsana  permette di depurare i tessuti, di portare ossigenazione. Tramite le tecniche di prānāyāma e di meditazione  permette di depurare la mente e liberarla dalle tossine dei pensieri negativi e dannosi, creando spazio per pensieri positivi e intuizioni.

Il sistema immunitario e le emozioni

Il sistema immunitario e lo stato di salute sono strettamente collegati alle nostre emozioni. Esse condizionano il funzionamento degli organi e creano blocchi energetici che possono causare problemi vari fino a farli ammalare seriamente. Non vanno considerate negativamente ed eliminate come a volte capita di sentir dire ma riconosciute e integrate.

Qualche esempio:

La rabbia influisce sulla qualità del sonno, o sul modo in cui ci alimentiamo. La fame compulsiva, strettamente collegata alle nostre emozioni. Le gastriti, anch’esse collegate alla rabbia, e quindi a una delle emozioni dominanti che causano un danno reale ed effettivo al nostro sistema.

La paura chiude e blocca il respiro. L’ansia  portata all'eccesso può portare attacchi di panico. La tristezza incide sulla nostra alimentazione e quindi sugli organi a essa collegati ma anche sui polmoni...Per non parlare delle emozioni che danneggiano l' intestino, considerato il nostro cervello emotivo.

Il testo antico Yoga Sutra di Patañjali indica la via che porta da uno stato di dispersione (leggi in preda alle emozioni) a un giusto distacco da esse: vedere, osservare senza farsi travolgere proprio come un testimone che è a conoscenza dei fatti ma non essendo coinvolto emotivamente, può: 1) vedere più chiaramente 2) trovare più facilmente una soluzione al problema andare cioè alla sua radice... Si tratta di un percorso... condotti da un insegnante che a sua volta l'ha fatto e lo sta facendo con te.

Ma come può avvenire tutto questo?

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista  Frontiers in Immunology conferma ciò che noi appassionati di yoga abbiamo affermato per anni: le pratiche ascetiche che coinvolgono mente e corpo come lo yoga e la meditazione riducono lo stress e possono anche abbassare il rischio di malattie e depressione.

Scopriamo insieme come

Perché siamo stressati?
Prima di scoprire i risultati innovativi di questo studio, vediamo nel dettaglio come il nostro corpo genera lo stress e quali sono le sue cause scatenanti.

Quando siamo esposti ad un evento stressante, il nostro corpo attiva il sistema nervoso simpatico, responsabile della reazione detta “di fuga o di lotta” che, quando attivata, aumenta la produzione di una molecola. Questa molecola combatte lo stimolo negativo attivando i geni per produrre una proteina, che provoca infiammazione a livello cellulare. (ne sentiamo parlare parecchio in questi giorni!).

Il processo infiammatorio è molto efficace nel breve termine, se lo stress persiste questa infiammazione permane nel tempo e può portare ad un rischio più elevato di contrarre alcune malattie, compresi i tumori, oltre a indurre un invecchiamento accelerato e renderci più tendenti alla depressione.

Lo stress oggi

Anche l'uomo primitivo era stressato dalla vita selvaggia infatti la vita media era infinitamente più bassa e l'uomo di Neanderthal era costantemente in allerta, un po' come accade ai gatti che dormono sempre con le orecchie attivate. Oggi la questione é più complicata perché nell'antichità il nemico c'era, era pericoloso ma piuttosto identificabile. Oggi una raccomandata può sconvolgerti in un baleno, senza avvisi, senza che tu possa in qualche modo rivolgere le orecchie in una direzione. Per cui siamo allertati giorno e notte anche se siamo protetti dalle nostre mura, al caldo e senza problemi di cibo.

Sono sempre minacce psicologiche, nel passato come adesso, solo che ora sono molto meno prevenibili. C'è un fervente dibattito sulle minacce psico-fisiche dell'ambiente primitivo e di quello moderno e il risultato é che la struttura e la risposta psicolgica é sostanzialmente identica. Anzi: l'uomo moderno ha una risposta psicologica sovradimensionata all'effettivo pericolo moderno e perciò questo lo fa star male inutilmente e favorisce l'insorgere di malattie legate all’infiammazione, sia psichiatriche che fisiche. Quando devi parlare in pubblico ti si azzera la salivazione, ti si gelando le mani ecc. ecc. Perchè? Perchè é la risposta ad una allerta che prepara l'uomo ad affrontare una belva: il cuore é irrorato di sangue e l'energia spostata dall'area della riflessione a quella della fuga o dell'aggressione. La risposta psicolgica é semplicemente inadeguata al contesto perchè l'uomo vive con istinti ancora primordiali... e su questo argomento lo yoga ha molto da dire e quindi ci ritorneremo...

Cosa sostiene lo studio?

I risultati dello studio hanno indotto a ritenere che le persone che praticano discipline fisiche e spirituali come lo yoga e la meditazione riscontrano una diminuzione dell’espressione genetica pro-infiammatoria.

“Milioni di persone in tutto il mondo godono già dei benefici di pratiche come yoga o meditazione, ma ciò che forse non realizzano è che questi benefici iniziano a livello molecolare e possono cambiare il modo in cui il nostro codice genetico reagisce agli stimoli”, ha affermato la ricercatrice Ivana Buric del Brain, Belief and Behavior Lab presso il Centro per la Psicologia, il Comportamento e l’Autorealizzazione dell’Università di Coventry.

Uno studio della Harvard Medical School ha dimostrato che, dopo aver praticato yoga e meditazione, gli individui sottoposti al test avevano migliorato lo sviluppo del sistema immunitario e una maggiore resistenza allo stress.
Fonti:Bloomberg,NCBI,American Psychosomatic Medicine Journal,Journal of International Society of Psychoneuroendocrinology

Ma la pratica yoga on line è efficace?

La mia esperienza d'insegnante e di praticante e i riscontri avuti da allievi e colleghe/i in questi mesi, mi consentono di affermare che il mezzo on line è efficace ma occorre superare la barriera dei pregiudizi per poter andare oltre e trovare altre modalità adeguate al mezzo e scoprire quindi potenzialità inesplorate. C'è molta discussione nel mondo dello yoga sul rapporto con il maestro mediato dalla tecnologia ma allora anche un libro scritto....non è una mediazione?

A mio avviso una risposta possibile per ora sta nella qualità.
Qualità nei contenuti, qualità nel porgere i contenuti e nel sostenere una relazione che sia appagante sia per l'allievo ma anche per il maestro.